mercoledì 21 giugno 2017

Finally Grandma






Non vedevo l’ora di incontrarti.
Volevo guardarti.
No, no, non avevo alcuna intenzione di scrutare i tuoi lineamenti per ricondurre i singoli dettagli del tuo volto a uno dei tuoi genitori o all’altro, figuriamoci!
Ti ho trovato che dormivi, avvolto in un morbido panno dentro la tua prima culla.
Ti ho osservato in silenzio: il tuo respiro era lieve, ogni tanto le tue piccole mani sembravano voler afferrare qualcosa, chissà. Ho potuto percepire le vibrazioni della tua energia, che differiva completamente da quella di chiunque ti stesse accanto.
C’è qualcosa di sacro nel sonno dei neonati, l’ho sempre pensato e oggi ne sono ancor più convinta.
Poi, anche se per pochi istanti, finalmente, hai aperto gli occhi, i nostri sguardi si sono incrociati.
E ci siamo ri-conosciuti.
Quanti sentieri, quante esperienze percorre uno spirito?
In quali e quante dimensioni si muove?
Quante volte cade e si rialza, rinvigorito da un incommensurabile soffio che porta con sé ancor più potenza? Nessuno può dirlo…

Benvenuto, mio dolce nipotino!




9 commenti:

  1. Sei una nonna giovanissima e bellissima, Clem! E un benvenuto di <3 al piccolino!

    RispondiElimina
  2. Cavoli, augurissimi. Sono poche le emozioni paragonabili. Evviva! Adesso incomincia un percorso che segnerà entrambi. L'ho già detto in altre occasioni, ancora oggi, a cinquant'anni, riconosco che l'amore più limpido e tenero l'ho provato per la mia nonna. È stata la la forza positiva che per prima mi ha fatto vedere ciò che di buono c'è in questo mondaccio infame.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un ricordo bellissimo, Max e di ottimo auspicio: grazie di cuore!
      Conservo, vividi nella memoria e colmi d’affetto, tantissimi momenti trascorsi insieme al mio nonno materno, che per me era l’unico nonno (nella mia famiglia le morti premature quasi non si contano… )
      Tutto questo per dire che concordo appieno sull’importanza del ruolo dei nonni, a prescindere dal genere sessuale :)
      Adesso, mi trovo nei panni della nonna paterna che vive lontano. Insomma, parto un po’ svantaggiata rispetto all’altra nonna che abita a due passi dal nipote e che avrà innumerevoli occasioni in più di vederlo, di giocarci insieme,… ma mi darò da fare! ;)

      Elimina
    2. Ma certo, andrà tutto bene, c'è un linguaggio segreto tra nonni e nipoti che nemmeno i genitori conoscono, un linguaggio di innocenza riscoperto dai nonni e parlato fluentemente dai bambini. L'età di mezzo, quella adulta, lo rimuove. Cose segrete, arcane.

      Elimina